Breginjski kot è la parte della valle del fiume Nadiža (Natisone) tra Staro selo e Breginj, situata al margine occidentale più estremo della Slovenia.

Sulla pianura friulana occidentale e davanti le porte delle Alpi Giulie, distesa tra due stati, dall’Isonzo al Tagliamento,si estende la Slovenia Veneziana (Slavia Veneta). La parte italiana della Slavia Veneta è situata nella regione collinare e montuosa del Friuli orientale circa 30 chilometri lontano da Udine e l’antico Cividale rappresenta il suo entroterra. Dalla parte dello stato sloveno appartiene alla Slavia Veneta il Breginjski kot che si estende da Kobarid (Caporetto) lungo la vallata del confine, rappresentata l’estremo ovest della Slovenia. La Slavia Veneta si trova all’incrocio delle Alpi Dinariche e le Alpi. Il territorio collinare e montuoso è attraversato da valli fluviali i quali fiumi hanno scavato profonde gole nelle morrbide (FLISASTE) colline. Le valli orientate a sud sono sotto l’influsso dalle correnti marine e della pianura friulana. Il mediterraneo passa presto la mano alle Prealpi e si conclude al nord con le Alpi di monte Stol (1673m) e monte Muzec (1612). Nell’alto delle montagne calcaree sorgono i fiumi Natisone e Torre, le regine delle valli celesti. Le valli del Torre e del Natisone raffigurano il nucleo della Slavia Veneta.

This slideshow requires JavaScript.

La vallata di Breginj è gradualmente saliente, dal paese di Staro Selo si estende al nord la catena montuosa di Stol mentre a sud lo accompagnano il monte Matajur e monte Mia. La valle si conclude a Breginj con l’anfiteatro del terrazzato ghiacciacio preistorico.

Da Caporetto a Breginj è sopra il torrente Natisone, sui pendii solleggiati di Stol si susseguono 13 paesi. Un po’distaccati nella parte più occidentale curva del confine di stato con l’Italia si trovano le due perle rurali di Logje e Robidisce, testimoni pietrali del burrascoso periodo del dominio Veneziano. Nei piccoli villaggi disseminati lungo i pendii delle colline di Slavia Veneta ,tra l’armonia di case di pietra e la natura, si è ritagliata la coesistenza con l’uomo. La bellezza mistica del paesaggio veneto nasconde una storia turbolenta, che ancora tutt’oggi vive nella memoria e nelle leggende della gente locale.

Dov’è Breginjski kot?

Predalpski svet Nadiže

Advertisements